Aller au contenu

Sessione educativa BODYATTACK 124

Tre parole chiave: inclusività, opzioni, carnival party!

1. FOCUS DELLA RELEASE?

Lisa ti raccomanda di spiegare i movimenti in modo semplice, utilizzando il livello 1
del coaching con il suo schema tipico “cosa, dove, come”. Questi suggerimenti
devono arrivare in modo diretto, chiaro e repentino per mettere tutti nelle condizioni di muoversi.

Lisa ti ricorda di spendere tempo di qualità con i tuoi clienti incoraggiando tutte le opzioni disponibili e coinvolgendo il singolo a trovare la propria, quella che si adatta meglio a lui / lei. Oltre alle alternative riguardanti gli esercizi, ricorda che vi sono anche opzioni di formato (30-45-55 minuti) e da qualche release, hai facoltà di scegliere il brano 3 circuito ed il brano 9 circuito. Una autentica occasione per diversificare la lezione e adattarla al pubblico davanti a te!

Questa release ti riporta ad un clima che, seppure sfidante come BA vuole, rimarca il divertimento! Una playlist invitante, energizzante che ti permetterà di ballare e far divertire i tuoi allievi. Questa volta la sfida non è solo all’ultima goccia di sudore, bensì anche alla posa più cool!

2. COME e DOVE NELLO SPECIFICO RITROVIAMO IL FOCUS NEI VARI BRANI?

In tutte le sequenze proposte (in OGNI brano!) ti viene proposta una progressione lineare, un crescendo di difficoltà ed intensità, senza troppe variazioni di esercizi: è chiaro che questo semplifica al massimo il fornire un coaching di livello 1 immediato unitamente a delle opzioni valide per ridurre complessità, intensità e/o impatto. Il fatto che non siano presenti sequenze lunghe e/o troppo ricche di esercizi aiuterà i partecipanti ad un ascolto più attento e permetterà a te di fornire opzioni adatte in tempo reale e di ripeterle più volte anche nei vari round successivi al primo.
Scegli le opzioni 3 e 9 circuito se hai dei partecipanti che amano le sequenze dirette,
che sono molto orientati alla performace / sfida / allenamento in senso stretto.
Focus divertimento: dove e come? Alcuni esempi:

  • Brano 3 aerobica: le braccia wowww! Che occasione per fare un po’ di “chiasso collettivo”! Qualcuno si confonderà…ma fa parte del gioco e del divertimento! Guarda Lisa e Grace congratularsi con i partecipanti ed essere visibilmente soddisfatte del loro operato!
  • Brano 6: fai sorridere i partecipanti richiamandoli in centro nella corsa a braccia alte! Falli interagire con il tuo sorriso e la tua energia! Guarda come si comporta Terrel!
  • Brano 7: innegabile energia e divertimento nell’ultimo round dove TU GIOCHI
    con loro nel ladder run! Jackson crea il mood giusto!
  • Brano 8: un evergreen…il grido ANTI STRESS durante i kick! Chi griderà più
    lla forte? Chi scaricherà più adrenalina? E chi saprà fare una posa più cool della tua? Lisa è perfetta nel brano 8!

3. SUGGERIMENTI DA SOTTOLINEARE PER PORTARE IN LUCE IL FOCUS DELLA RELEASE?

Organizza un buono scripring del livello 1: cosa è urgente dire affinché le persone si
muovano subito in sicurezza?
Dai le opzioni di lavoro all’interno del primo round e anche nei round successivi se necessario. Esegui tu stesso dei round in totale opzione, crea fatica dentro all’opzione e consegna dei suggerimenti di livello 2 per sentire lavoro anche rimanendo in opzione.

Divertiti tu stesso nei brani 3, 6, 7, 8: se tu per primo sei pronto a “fare il pazzo”, metterti in gioco in modo autentico, scherzare sul ruolo, le persone ti seguiranno, togliendo inibizioni e filtri. I tuoi clienti saranno liberi, energizzati, soddisfatti.

Nota sul livello 2 del coaching: nulla di trascendentale!!! Body Attack è un programma veloce! A volte non c’è nemmeno il tempo di respirare…figurarsi se c’è tempo di fare discorsi lunghi e articolati! Punta all’EDUCARE, grande sfida per te e ispirazione per il cliente. Qualche esempio: gallop “spingi verso l’alto ed atterra morbido, questo rafforza le caviglie e ti rende stabile”, high knee run “tira le ginocchia in su e senti l’addome attivarsi ogni passo”, jumping jack “mento basso per mettere in sicurezza il collo”, run “muovi le braccia e rilassa le spalle per una respirazione più semplice e naturale”.

4. SUGGERIMENTI SE NECESSARI SU COME SCALARE LA RELEASE NELLE PRIME PRESENTAZONI PER RENDERLA INCLUSIVA E LONGEVA?

Un buon suggerimento: programmare un obiettivo / settimana e dichiararlo a inizio lezione + proporre formati diversi durante la settimana (esempio il lunedì usare le opzioni circuito ed il mercoledì usare il formato classico).

Alcuni esempi per programmare gli obiettivi “oggi lavoreremo su…”
Settimana 1 – tecnica e ritmo degli esercizi
Settimana 2 – profondità dei movimenti
Settimana 3 – resistenza, ovvero fare un passo avanti personale (suggerire ad esempio ai clienti di chiudere tutti i round del brano 9 senza pause…fare tutti i push up del brano 5 senza fermarsi…)
Settimana 4 – spingere tutta la release in base ai progressi delle settimane precedenti
Settimana 5 – trovare un compagno / a in classe e fare la maggior parte degli esercizi insieme / vicino a lei / lui motivandosi a vicenda Settimana 6 – cambiare partner!
Settimana 7 – cambio release / mix…ed il ciclo riprende!

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *